chiudiclose

home page>magazine>tutti i servizi>54 Tecnici informatici per le Provincie lombarde e l’Area metropolitana di Milano

SEGUI JOBONLINE

prova





Ricevi la newsletter con articoli, annunci di lavoro e informazioni utili alla tua carriera

Master in Digital Marketing & Communication
Concorsi

54 Tecnici informatici per le Provincie lombarde e l’Area metropolitana di Milano

Concorso pubblico per esami, per la copertura di 54 posti di Tecnico informatico, categoria C1, con contratto di assunzione a tempo pieno e indeterminato. Scadenza 16 settembre 2020.
Immagine articolo: 54 Tecnici informatici per le Provincie lombarde e l’Area metropolitana di Milano

Il reclutamento, nella forma del concorso unico, rientra nel Piano regionale di potenziamento dei centri per l’impiego che prevede la selezione di 1172 unità a tempo indeterminato e 206 unità a tempo determinato da assumersi direttamente dalle Province lombarde, dalla Città Metropolitana di Milano e, nella misura di 7 unità, direttamente da Regione Lombardia, in relazione all’esercizio delle funzioni inerenti il mercato del lavoro.

Profilo professionale

Il candidati selezionati svolgeranno attività di installazione, configurazione e gestione di piattaforme server Microsoft Windows e Linux e di specifici database; in particolare configureranno gli accessi, si occuperanno della manutenzione del server, ivi compreso il patching e la gestione dell’hardware; gestiranno le stampanti e i sistemi di rete (cablaggio, apparati LAN, WiFi, ecc); effettueranno l’assistenza agli utenti interni ed esterni; supporteranno l'attività di amministrazione dei sistemi di backup dei dati e dell’antivirus…

Il profilo è quello di Tecnico informatico Cat. C, posizione economica C1 del CCNL del comparto

Requisiti

Oltre al possesso dei requisiti generali per partecipare ai concorsi nella pubblica amministrazione è richiesto un diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale (diploma di maturità).

Prove d'esame

Il concorso si articola in tre fasi, la prima delle quali organizzata solo nel caso il numero dei candidati superi le 250 unità

  • una prova preselettiva, consistente in un test a risposta multipla per rilevare le conoscenze delle materie d’esame e le caratteristiche psico-attitudinali possedute dal candidato.
  • una prova selettiva scritta, riservata ai candidati che avranno superato la prova preselettiva
  • una prova selettiva orale, che dovrà essere sostenuta da tutti coloro che avranno superato la prova scritta

Le prove preselettiva e scritta potranno essere svolte presso sedi decentrate mediante il supporto di strumentazione informatica. La prova orale può essere svolta in videoconferenza.

La prova scritta ha l’obiettivo della verifica del grado di conoscenza delle materie posseduto dal candidato, ma anche della sua capacità di fare collegamenti, di contestualizzare le conoscenze e utilizzarle per risolvere i problemi.

La prova orale è volta a verificare le conoscenze e le capacità del candidato, come ad esempio quella di contestualizzare le proprie conoscenze, di sostenere una tesi, rispondere ad obiezioni, di mediare tra diverse posizioni. La prova orale ha anche l’obiettivo di accertare il livello di competenze linguistiche (lingua inglese).

Le materie oggetto delle prove concorsuali sono elencate e specificate nell’allegato 3 del bando di concorso

Distribuzione dei posti

  • Bergamo 2
  • Brescia 3
  • Como 4
  • Cremona 5
  • Lecco 2
  • Lodi 2
  • Mantova 3
  • Milano 18
  • Monza 9
  • Pavia 4
  • Sondrio 1
  • Varese 1

Domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione può essere presentata, a partire dalle ore 10:00 del 5 agosto 2020 ed entro e non oltre le ore 12:00 del 16 settembre 2020, esclusivamente online, attraverso il sistema informativo di Regione Lombardia dedicato ai bandi http://www.bandi.regione.lombardia.it  per accedere al quale occorre registrarsi e autenticarsi.

I cittadini italiani sia residenti in Italia che all’estero, e per i soggetti stranieri residenti in Italia iscritti al servizio sanitario nazionale potranno utilizzare:

  • il PIN della tessera sanitaria CRS/TS-CNS (in tal caso sarà necessario quindi aver richiesto il PIN presso uno degli sportelli abilitati presenti nella Regione di appartenenza, portando con sé la tessera sanitaria e un documento d’identità valido e di essersi dotati di un lettore di smartcard e di aver caricato sul proprio computer il software per il suo utilizzo);
  • lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale https://www.spid.gov.it/ ).

A seguito dell’inserimento nel sistema informativo dei dati richiesti, verrà automaticamente generata la domanda di adesione che non richiederà la sottoscrizione da parte del presentatore nel caso di accesso tramite CRS/TS-CNS o SPID. Dopo aver preso visione della domanda generata dal sistema e avendo verificato la correttezza di tutte le dichiarazioni presenti nella stessa, si potrà procedere all’invio della domanda al protocollo. Nel caso di accesso tramite CRS/TS-CNS o SPID il candidato

Documentazione

 

 

26 agosto 2020