chiudiclose

home page>magazine>tutti i servizi>MIUR Concorso per 253 funzionari amministrativi, contabili, giuridici

SEGUI JOBONLINE

prova





Ricevi la newsletter con articoli, annunci di lavoro e informazioni utili alla tua carriera

Master in Igegneria della Moto da Corsa
Concorsi

MIUR Concorso per 253 funzionari amministrativi, contabili, giuridici

Immagine articolo: MIUR Concorso per 253 funzionari amministrativi, contabili, giuridici

Sono stati riaperti i termini per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso per 253 funzionari per l’amministrazione centrale e gli uffici territoriali del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della RicercaLa ridefinizione dei termini si è resa necessaria per sopperire ad un errore nella formulazione del bando che, in origine, non prevedeva tra i destinatari le persone in possesso di una laurea triennale.

Il termine per la presentazione della domanda è stato prorogato alle ore 12:00 del giorno 11 maggio 2018. La domanda può essere presentata esclusivamente per via telematica tramite la piattaforma dedicata del MIUR all’indirizzo web:

https://istanzemiur.cineca.it/miur/bando-funzionari-2018-253f1/

Requisiti

Oltre ai requisiti di prassi, cioè la cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, il godimento dei diritti civili e politici, l’idoneità fisica all’impiego, è richiesto il possesso di una laurea triennale, magistrale o a ciclo unico in qualsiasi disciplina.

Tra i requisiti vincolante è non essere stati destituiti o dispensati da altri impieghi nella Pubblica Amministrazione. Necessario anche non avere ricevuto condanne penali incompatibili con l’impiego pubblico.

Ripartizione dei posti

I 253 posti messi a concorso sono ripartiti fra gli uffici dell'amministrazione centrale e periferica del Ministero:

  • Amministrazione Centrale: 50 posti
  • Abruzzo: 7 posti
  • Basilicata: 4 posti
  • Calabria: 8 posti
  • Campania: 19 posti
  • Emilia Romagna: 10 posti
  • Friuli-Venezia Giulia: 5 posti
  • Liguria: 9 posti
  • Lazio: 12 posti
  • Lombardia: 30 posti
  • Marche: 7 posti
  • Molise: 4 posti
  • Piemonte: 16 posti
  • Puglia: 15 posti
  • Sardegna: 9 posti
  • Sicilia: 17 posti
  • Toscana: 12 posti
  • Umbria: 5 posti
  • Veneto: 14 posti

 

Selezione

Gli esami consistono in due prove scritte ed un colloquio interdisciplinare per accertare il possesso di una adeguata cultura amministrativa, giuridica e contabile, conoscenze dell’organizzazione e delle attività del Ministero, la conoscenza della lingua inglese e dell’informatica di base.

La prima prova scritta consisterà nella somministrazione di una serie di quesiti a risposta sintetica sulle seguenti materie:

  • Diritto costituzionale
  • Diritto dell'Unione Europea
  • Diritto amministrativo
  • Diritto civile
  • Diritto del lavoro
  • Elementi di organizzazione del MIUR e delle istituzioni scolastiche


La seconda prova scritta consisterà nella redazione di un elaborato su uno o più argomenti interdisciplinari riguardanti le materie della prima prova.

I candidati che superano le due prove scritte con una votazione di almeno ventuno trentesimi sono ammesse alla prova orale. Il colloquio verte, in aggiunta alle materie di cui alle prove scritte, sulle seguenti materie: a) diritto penale, con particolare riguardo ai delitti contro la Pubblica Amministrazione; b) elementi di diritto processuale civile e del lavoro; c) elementi sullo stato giuridico del personale

2 maggio 2018