chiudiclose

home page>magazine>tutte le notizie>Lavoro: laureati Polimi sempre più apprezzati. I dati della nuova indagine occupazionale
MASTER IN MARKETING E COMUNICAZIONE D'IMPRESA

SEGUI JOBONLINE

prova





Ricevi la newsletter con articoli, annunci di lavoro e informazioni utili alla tua carriera

Università

Lavoro: laureati Polimi sempre più apprezzati. I dati della nuova indagine occupazionale

I laureati del Politecnico di Milano sono tra i professionisti più apprezzati dai datori di lavoro di tutto il mondo. La classifica QS 2017 ha evidenziato ottimi risultati nella valutazione della qualità dei suoi laureati, e ora l'ultima indagine occupazionale dell'Ateneo lo conferma.

Secondo la nuova indagine, che ha analizzato la popolazione di Laureati 2015 dell'Ateneo, il tasso di occupazione per i laureati magistrali è del 92,9% ad un anno dal conseguimento del titolo, in crescita di quasi 2 punti percentuali rispetto allo scorso anno, con una punta del 96,7% per gli ingegneri (85,3% per gli architetti e 88,2% per i designer). La retribuzione media netta mensile per un neoassunto alla prima esperienza è di 1.451€.

Stabili i dati sui tipi di contratto: la nuova indagine evidenzia che il 50,2% dei nostri laureati magistrali, ad un anno dalla Laurea, entra nel mercato del lavoro con un contratto di lavoro a tempo indeterminato, e il 16,9% a tempo determinato.

A confermare la vocazione internazionale del Politecnico i dati sull'occupazione dei laureati italiani all'estero: il 10% di loro lavora oltreconfine. Francia, Germania, Stati Uniti, Gran Bretagna e Svizzera i Paesi più rappresentati.

Per concludere, positivi anche i dati sui laureati triennali, che entrano nel mercato del lavoro molto velocemente: l'87,3% di loro lavora a 6 mesi dalla laurea (85,7% l'anno scorso), il 38,3% risulta già occupato il giorno della laurea.

“Questi dati sono una conferma ulteriore della qualità della nostra formazione – afferma il Rettore del Politecnico di Milano Ferruccio Resta – in grado di offrire solide basi ma anche di leggere le trasformazioni del mercato del lavoro e della bontà degli sforzi compiuti negli anni per rendere i nostri studenti cittadini del mondo”.
21 agosto 2017