chiudiclose

Doppio Master universitario in Management dei Beni e delle Attivitā Culturali MaBAC
home page»magazine»tutti i servizi»Calzaturiero, ritorno al lavoro in punta di piedi 150 profili da inserire in Toscana, Marche e Veneto

Menu magazine

Focus

Newsletter

Newsletter Lavoro e Professioni Notizie, consigli, le migliori offerte
di lavoro: iscriviti gratuitamente!

Social

Lavoro


a cura di Nicola Cernigoi

Calzaturiero, ritorno al lavoro in punta di piedi
150 profili da inserire in Toscana, Marche e Veneto

Immagine articolo: Calzaturiero, ritorno al lavoro in punta di piedi
150 profili da inserire in Toscana, Marche e Veneto
Il calzaturiero è uno dei settori del made in Italy che, nonostante la crisi economica, sta vivendo una situazione abbastanza favorevole, supportata dall’export, infatti sono quasi 150 le figure professionali che la Divisione Fashion&Luxury di Gi Group sta attualmente ricercando per marchi di lusso che operano in ambito calzaturiero a Empoli, Fermo, Pistoia, Pontedera, Macerata, Firenze e Mirano.

Oltre alla fase di progettazione, anche il processo produttivo di trasformazione della materia prima in prodotto finito necessita di una molteplicità di fasi lavorative di alta artigianalità e di estrema precisione, in cui è impiegato, di solito, personale specializzato. Tuttavia, per i profili junior, Gi Group valuta anche giovani in possesso di diploma di istituto tecnico, da formare on the job.

Le ricerche aperte fanno riferimento ad opportunità da svolgere per marchi del lusso ma anche nell’indotto per aziende che lavorano conto terzi nella realizzazione di suole, solette, forme, etichette ed elementi ornamentali.

Le cinque professioni più ricercate

Operatore CAD-CAM: è addetto alle macchine da taglio, si occupa della produzione e del campionario oltre che della preparazione dei materiali, della gestione degli scarti e del controllo della qualità dei vari tipi di pellame.

Montatore calzaturiero: è addetto al pre-montaggio della calzatura, tramite la preparazione di appositi macchinari (forno preumidificatore, macchina premonta) in funzione della forma e del materiale di realizzazione della tomaia. Ciò permette, sostanzialmente, che la tomaia prenda la forma impressa e che la soletta vi si saldi termicamente.

Addetto alla calzera (o monta fianchi): utilizzando un apposito macchinario, si occupa di completare l’operazione di montaggio della tomaia alla forma nelle parti laterali.

Addetto alla sfibratura: manualmente o attraverso un’apposita macchina, si occupa di asportare lo strato superficiale della tomaia ripiegata sotto la soletta creando un’area ruvida su cui i collanti hanno maggiore presa, evitando che lo spessore sia eccessivo; fase questa molto delicata richiede massima precisione.

Addetto al finissaggio: dopo aver visionato la documentazione tecnica di accompagnamento al modello, si occupa di ripulire il prodotto finito, realizzando le diverse operazioni di finitura (pulitura, rifinitura, stiro, spazzolatura, lucidatura, inforcatura, carteccio, tinteggiatura) tramite solventi e pomate. Fa un primo controllo qualità e, in alcuni casi, inscatola il prodotto.

Gi Group seleziona anche: addetti alla manovia, aggiuntatrici, addetti al controllo qualità, tagliatori di pelli, orlatrici, addetti alla scarnitura delle tomaie, modellisti, tecnici addetti all’industrializzazione, sfibratori, addetti bollatura tacchi, spazzolatori, addetti alla giunteria, addetti applicazione puntuali e contrafforti, addetti alla cambratrice, addetti alla cardatura e messa in suola, addetti al mastice e alla formatrice.

Le candidature

I candidati selezionati verranno assunti direttamente dall’azienda o con contratto di somministrazione finalizzato all’assunzione. Le candidature possono essere inviate a: calzaturiero@gigroup.com indicando nell’oggetto dell’e-mail la posizione per cui ci si propone. Le opportunità di lavoro si riferiscono sia a lavoratori italiani che stranieri, di ambo i sessi.


6 giugno 2012

Tools lavoro e formazione

Sponsor